Amsterdam Low Cost, guida per risparmiare.

Amsterdam è cara, sono cari i trasporti, carissimi gli ostelli, molto cari i ristoranti. Ma è davvero così come dicono? Io l’ho visitata diversi anni fa e secondo me ci sono vari modi per scoprirla senza spendere tanto. Vi svelo la mia Amsterdam Low Cost!

Come Raggiungere Amsterdam:

Amsterdam Low Cost

Per risparmiare, il mio consiglio è quello di prenotare entro 40 giorni dalla partenza, iniziate a monitorare il prezzo dei voli, in modo da seguirne l’andamento. Dall’Italia è possibile raggiungere Amsterdam con diversi voli low cost, le principali compagnie che atterrano a Schiphol  sono Easyjet (da Catania, Milano, Napoli, Roma, Olbia, Venezia), Transavia (da Bari, Catania, Palermo,  Napoli, Pisa, Torino, Verona, Venezia), Alitalia, Klm. La Ryanair parte invece da tanti aeroporti italiani per Eindhoven distante 2 ore circa in pullman da Amsterdam.

Dormire ad Amsterdam:

Trovare un hotel, un b&b, un ostello o un appartamento non è difficile, dipende solo dalle esigenze di ognuno di noi. La qualità degli ostelli ad Amsterdam non è delle migliori ed i prezzi sono più o meno pari a quelli degli hotel. Il mio consiglio, specialmente se si viaggia in gruppo è di prendere in affitto un appartamento in qualsiasi punto della città, l’importante è che sia vicino ad una fermata del tram o autobus. Le migliori zone a mio avviso sono: il centro storico, nel quartiere Jordaan e nel De Pijp (popolato da giovani artisti e studenti), nei Dockland ad Est o ad Amsterdam Noord (zone di periferia ma ben collegata), il quartiere dei musei (la miglior soluzione per chi fa tardi la notte).

Mangiare ad Amsterdam:Amsterdam Low Cost

Dopo il dormire il record per i prezzi altissimi ce l’ha il cibo. Ma anche in questo le soluzioni per mangiare bene e spendere poco ci sono.

La colazione olandese si chiama uitsmijer ed composta da: 2 uova, pane, formaggio e prosciutto. Dovete assolutamente provarla ma solo fuori dal centro (Piazza Dam), si può fare in tutti i caffè tipici dutch a prezzi abbordabili. Se alloggiate nel centro della città, cercate i minimarket che hanno all’ingresso tantissimi scaffali con cornetti dolci e salati già imbustati, il costo è davvero basso.

Per quanto riguarda il pranzo e la cena, io vi consiglio assolutamente di provare le tipiche patatine olandesi, vengono vendute in ogni angolo della città. A partire da 3€ prenderete un cono di carta colmo di patate dal sapore fantastico. Ma non possiamo mangiare solo patate giusto? Ad amsterdam ci sono molti locali per fare un pasto veloce a buon mercato tra take away, fast food e snackeries. Per una lista completa di ristoranti e fast food vi rimando a questo post di ViviAmsterdam all’interno del quale troverete tante dritte e nomi di locali in cui mangiare con meno di 10€. 

Mezzi Pubblici o bicicletta?Amsterdam Low Cost

I mezzi pubblici ad Amsterdam funzionano bene ma sono anche piuttosto cari soprattutto se si comprano i biglietti per singole corse. Io vi consiglio di acquistare la ImAmsterdam Card, una tessera speciale che per tutta la durata della vostra vacanza vi darà la possibilità di utilizzare tutti i mezzi pubblici senza limiti, dovete solo ricordare che appena salite a bordo dei tram bisogna fare il check in e quando scendete il check out, ovvero passare la carta sul lettore automatico.  Il costo della tessera varia a seconda del numero di giorni ed include anche musei gratuiti e sconti in ristoranti, caffè e teatri. In alternativa il modo più economico e sicuramente più locale per scoprire la città è affittare una bici e pedalare, proprio come fanno tutti gli olandesi. Nei pressi della stazione si trova il  Recycled rentals, dove potrete prendere in noleggio una bici al modico prezzo di 5€ al giorno.

Musei:

I musei che meritano di essere visti sono davvero tanti, ma sono anche cari, per questo con la card di cui vi ho parlato prima molti musei saranno inclusi nel prezzo della tessera. Per maggiori informazioni vi invito a consultare il sito ImAmsterdam Card.

 

Queste sono secondo me delle piccole accortezze che vi permetteranno di risparmiare, io ho tanta nostalgia di Amsterdam, e spero proprio di ritornarci nei prossimi anni.

 

Commenti