Dove correre a Pisa

Dove correre a Pisa: percorsi provati

Corro perché se non lo facessi sarei pigro e triste e spenderei il mio tempo sul divano. Corro per respirare l’aria fresca. Corro per esplorare. Corro per sfuggire l’ordinario. Corro… per assaporare il viaggio lungo la strada. La vita diventa un po’ più vivace, un po’ più intensa. A me questo piace.
(Dean Karnazes)

Quando superiamo il fatidico mese di marzo inizia, almeno per le donne, il panico della “prova costume”. Noi uomini invece dobbiamo iniziare a togliere la pancetta da birra accumulata per l’inverno. Pisa è il lungo ideale per gli appassionati di running che possono scegliere diverse location per praticare sport, dai parchi, al mare, lungo il fiume o in aperta campagna. Ringrazio subito Nicola Carmignani per la gentile concessione di questa splendida foto, scatta lungo il terzo percorso (visitate la sua galleria instagram). Se siete in vacanza a Pisa e non riuscite a rinunciare allo sport, allora ecco la rubrica “Dove correre a Pisa”.

1. Lungarni e Viale delle Piagge (7km).

Il primo percorso che voglio segnalarvi è un circuito che a seconda di dove voi siate può iniziare da un qualsiasi punto dei Lungarni, l’importante è completarlo!  Da come noterete nella foto qui sotto, vedrete che si tratta di un percorso che “parte” dalla Cittadella di Pisa, costeggia il fiume Arno attraversando il centro città fino a giungere sul Viale delle Piagge. un lungo viale alberato. Il tratto nel centro città è su marciapiede, mentre una volta giunti sul viale delle Piagge, avete la possibilità di scegliere se correre sull’asfalto oppure scendere lungo il fiume e correre sulla terra battuta.
Il mio consiglio è quello di correre su questo percorso la mattina presto o al tardo pomeriggio. Questo è sicuramente un modo alternativo per scoprire la città e le sue bellezze nei momenti di quiete. Per coloro che vogliono fare anche esercizi muscolari, sul Viale delle Piagge si trova un’area costituita da attrezzature in legno ed in ferro utilizzabili gratuitamente da tutti coloro che lo desiderano.Il terzo percorso è il mio preferito perché è quello più suggestivo e lungo. il circuito inizia in Via Angelo Battelli, nei pressi della farmacia comunale, da li seguiamo l'acquedotto che attraversa il Parco Don Bosco e conduce in Via di Pratale, facendo molta attenzione all'attraversamento pedonale. proseguiamo costeggiando l'acquedotto fino a raggiungere una strada in cui dobbiamo attraversare e continuare su una strada non asfaltata. Da qui vi ritroverete in aperta campagna, lontani dallo smog e dal pericolo delle auto. Il percorso è pianeggiante e va in un unica direzione, quindi non vi sbagliate mai continuate sempre dritto fino ad arrivare ad Asciano per poi tornare indietro. Lungo la strada troverete qualche fontanella per dissetarvi, ma non bevetene troppa!! Il mio consiglio è quello di iniziare il circuito un ora prima del tramonto, il sole colorerà i campi ed il paesaggio diventerà magico.

2. Lungo le mura della città (7,5km).

Questo secondo tracciato è molto carino poiché ci dà la possibilità di correre intorno alle mura della città. Anche per questo circuito potete partire da qualsiasi punto, io prendo come punto di riferimento la Cittadella di Pisa, da quale spalle al fiume Arno ci dirigiamo verso la bellissima Piazza dei Miracoli, proseguiamo fino alla rotonda per poi girare a destra imboccando la via che costeggia le mura, da qui per i prossimi 2 km circa potete correre su sulla pista pedonale tenendo le mura sulla destra. Arrivati vicino Porta San Zeno procediamo su Via di Pratale fino ad arrivare alla fine della strada dove svolteremo a destra e costeggeremo l’acquedotto che terminato ci poterà su via Battelli. Continuiamo su via dei Angelo Battelli, corriamo lungo le mura fino ad arrivare sui Lungarni e svoltiamo a destra fino a tornare verso la Cittadella.Dove correre a Pisa

3, Da pisa ad Asciano (11km).

Il terzo percorso è il mio preferito perché è quello più suggestivo e lungo. il circuito inizia in Via Angelo Battelli, nei pressi della farmacia comunale, da li seguiamo l’acquedotto che attraversa il Parco Don Bosco e conduce in Via di Pratale, facendo molta attenzione all’attraversamento pedonale. proseguiamo costeggiando l’acquedotto fino a raggiungere una strada in cui dobbiamo attraversare e continuare su una strada non asfaltata. Da qui vi ritroverete in aperta campagna, lontani dallo smog e dal pericolo delle auto. Il percorso è pianeggiante e va in un unica direzione, quindi non vi sbagliate mai continuate sempre dritto fino ad arrivare ad Asciano per poi tornare indietro. Lungo la strada troverete qualche fontanella per dissetarvi, ma non bevetene troppa!! Il mio consiglio è quello di iniziare il circuito un ora prima del tramonto, il sole colorerà i campi ed il paesaggio diventerà magico.Dove correre a Pisa

  Voi dove andate a correre ? Fatemelo sapere, così da arricchire il post con altri percorsi!

Commenti